Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Slider

Bambini e tecnologia

 Bambini  la tecnologia qual’è il nostro ruolo come genitori educatori e politici?Me lo sto chiedendo da tempo ormai. Siamo immersi nel mondo digitale e come noi anche i nostri figli. Le sfide educative di fronte ai nuovi mezzi digitali si  possono complicare ma allo stesso tempo  i medesimi mezzi digitali possono essere dei potenziali strumenti idi crescita incredibili se utilizzati nella maniera appropriata.

Per queste ragioni credo  sia importanti parlare di educazione digitale ed ho iniziato ad organizzare alcuni incontri per approfondire il tema . Oggi parlerò dei bambini del nido e dell’asilo.

Quanti genitori e nonni per far  tranquillo un piccolo non hanno mai mostrato un video su you tube? Quante volte i vostri figli vedendovi utilizzare  il telefono vi imitano e vi chiedono  di poterlo usare ? Quanti di voi si son chiesti quando è il momento giusto per avvicinare i propri  i figli ai digital device? Pensate veramente che siano dei nativi digitali ?

Per prima cosa facciamo chiarezza sul termine nativi digitali che è stato coniati anni fa per poi essere smentito, i bambini non nascono nativi digitali . se essere nativo digitale significa sapere utilizzare operativamente un tablet  schiacciando pulsanti e interagendo con i colori e i suoni forse si ma se nativo digitale significa essere in grado di gestire un device  , cercare e trasmettere informazioni usarlo in maniera consapevole no  anzi hanno bisogno della nostra guida per avvicinarsi alle tecnologie in maniera consapevole  e sana .

I pediatri e gli ultimi  studi della Sip società italiana Pediatria consigliano di  non far utilizzare smartphone e device digitali prima dei 2 anni  , durante i pasti e prima di andare a dormire. Limitare l’uso a massimo 1 ora al giorno nei bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni e al massimo 2 ore al giorno per quelli di età compresa tra i 5 e gli 8 anni: sono le principali raccomandazioni della SIP. Il documento dei pediatri sconsiglia inoltre programmi con contenuti violenti e soprattutto l’uso di telefonini e tablet per calmare o distrarre i bambini.

L’approccio più importante che è emerso durante gli incontri con gli specialisti è  il fatto di trasmettere un’ uso consapevole e sano dei mezzi digitali

la premessa a qualsiasi tipo di discorso sull’educazione digitale è  dare il buon esempio ai nostri figli . Quindi limitare  l’utilizzo degli smartphone quando  si trascorre del tempo con loro , quando si è a casa , nei momenti più significativi come i pasti consumati in famiglia spesso a cena.

inoltre sono emersi alcuni spunti come

  • È importante trasmettere la passione per la lettura provando a leggere libri con loro fin da piccoli, avvicinarli alla musica giocare e a fare attività all’aria aperta.
  • Le tecnologie digitali se usate in maniera inappropriati possono limitare relazioni familiari di qualità ,l’uso prolungato  può provocare disturbare il sonno.

Vi consiglio a questo proposito un articolo scritto quest’anno dal pedagogista Daneiele novara su repubblica  .

Vi segnalo il sito dell’associazione siamo nati per leggere che fornisce spunti interessanti per libri adatti ai bimbi più piccoli http://www.natiperleggere.it/

e infine un link Link che segnala le app per ibambini fino ai 14 anni https://www.mamamo.it/recensioni/app/

 

 Un ringraziamento speciale  agli specialisti che ho incontrato  fino adesso che mi hanno fornito preziosi consigli e supporti come la pediatra Raffella Schiro dell’Associazione culturale pediatri , i Media Educator dell’Università Cattolica i  Dott.Marangi e il dott Pasta e un grazie speciale alla F Garante dei diritti dei bambini la dott. Caruso con cui abbiamo iniziato un percorso  che spero continueremo ..

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *