Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Immagine non disponibile
Slider

Riapre il nuovo cam a quarto cagnino : un luogo importante per il quartiere

 A fine marzo è stato inaugurato dall’Amministrazione Comunale un nuovo CAM, ovvero un centro di aggregazione multifunzionale in un quartiere, quello di Quarto Cagnino (nel Municipio 7) che da anni necessitava di un centro polifunzionale al servizio dei cittadini. Questa realtà verrà gestita dallo stesso soggetto che gestisce gli altri CAM presenti sull’area del Municipio ed offrirà servizi per cittadini di età differente. Questa inaugurazione rappresenta il punto finale di un lungo percorso iniziato negli anni precedenti e proseguito anche grazie all’impegno degli amministratori della zona 7. E’ opportuno ricordare che la struttura oggi riqualificata ospitava un  cag ovvero un centro di aggregazione giovanile che, per problemi di cattiva gestione verrà poi nel 2010 abbandonato, sarà oggetto di vandalismi e infine occupato abusivamente.
In seguito , nel periodo 2011 e il 2016 il Consiglio di zona 7, con il Partito Democratico e i circoli di zona si diede inizio ad un percorso di ascolto con le associazioni e i cittadini del territorio per capire la migliore destinazione della struttura dopo la riqualificazione, visto che il quartiere di Quarto Cagnino, sorto negli anni ‘70, era mutato nella sua tipologia residenziale e dei bisogni: un CAM centro di aggreggrazione multifunzionale poteva essere la destinazione giusta ? e poi come gestirlo?
Tra le varie ipotesi, prodotte e suggerite,  prende piede quella relativa ad un  CAM ovvero centro di aggregrazione multifunzionale che tenga insieme varie età e bisogni di fruizione pubblica.

 Mantenerlo esclusivamente come centro di aggregazione giovale era limitato perché sono cambiati i bisogni, e le necessità dei residenti sono diverse , si è profilata quindi l’ipotesi di un centro multifunzionale rivolto a diverse fasce di età come giovani, famiglie con bambini, anziani.

La scommessa vera avverrà nei porsismi mesi, gestire il nuovo CAM venendo incontro ai bisogni del territorio, il tessuto sociale di Quarto Cagnino  che è cambiato e necessita un presidio cultruiale , sociale e  artistico  aperto a tutti .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *